Loading Attendere...
A.S.D. REAL SAN GIORGIO
REAL SAN GIORGIO–VIRTUS MASSAFRA:2–0
REAL SAN GIORGIO–VIRTUS MASSAFRA:2–0
News pubblicata il 23-12-2016
Il Real vince con il classico risultato all’inglese lo scontro diretto che lo vedeva opposto al Massafra. Una partita gradevole, combattuta che ha visto prevalere i padroni di casa grazie ad una ripresa decisa, grintosa e più oculata.

Cronaca:
Primo tempo con gli ospiti in maggiore evidenza ed un Real a volte troppo disordinato e sempre in ritardo sulla palla.
5° Zecchino, del Massafra, supera un avversario e calcia in porta dal vertice alto dell’area di rigore con la palla che finisce sull’esterno della rete alla destra di Petrosino;
15° Darcante, ben servito in area, da buona posizione spara alto sulla traversa;
30° Tocci approfitta di un rimpallo favorevole in area e calcia alto sulla traversa da ottima posizione;
33° su calcio d’angolo Armentano svetta di testa e mette la palla di un soffio al lato.

Secondo tempo con musica diversa, il Real rientra sul terreno di gioco più convinto e grintoso, maggiore incisività e maggiore reattività sulle palle sporche. I cambi effettuati hanno poi regalato una vittoria legittimata anche da una buona espressione di gioco. Da segnalare che a pochi minuti dalla fine della gara, in uno scontro di gioco, il massafrese Zecchino rimaneva a terra infortunato e lasciava il campo in barella.
4° Agrusti si libera al limite dell’area e sferra un bel tiro, teso, deviato, in tuffo, in angolo da Petrosino;
13° calcio d’angolo per il Real, gran colpo di testa di Cardone e palla nell’angolino alla destra del portiere avversario: Real 1 Massafra 0;
25° il Massafra si affaccia in area di rigore gialloblu con Zecchino che, dal limite dell’area piccola, cerca si superare Petrosino con un pallonetto senza riuscirci;
30° apertura per Darcante sulla destra, bel cross calibrato in area per Vizzarro che, al volo e di prima intenzione, calcia di pochissimo alto sulla traversa;
35° fallo su Galasso e punizione per il Real in prossimità della lunetta d’area di rigore, sulla sfera si porta Russo che calcia a giro sopra la barriera battendo l’estremo difensore avversario: Real 2 Massafra 0.

Secondo risultato utile (prima volta in questa stagione) per un Real dai due volti, un primo tempo confuso e con idee non molto chiare e un secondo tempo alla Real, deciso, convinto, aggressivo che ha mostrato buone trame di gioco. Era importante vincere, si trattava di uno scontro diretto e i gialloblu lo hanno fatto. Bel balzo in classifica, agganciati i Diavoli Rossi a quota 8 punti ma ciò che è importante è l’aver superato in classifica Ginosa e lo stesso Massafra. Il Real per la prima volta in questo campionato si trova fuori dalla zona retrocessione. Il campionato si fermerà per la sosta natalizia e riprenderà domenica 8 gennaio con la prima giornata di ritorno, quando al Rizzo sarà di scena il Crispiano.

Tabellino
Real San Giorgio: Petrosino (Pedone), Vozza (Russo), Galeone, Galasso, Barile, Armentano, Pucci (Cardone), Zappatore (Fanigliulo), Greco (Vizzarro), Basile, Darcante. A disp., Solito G.. All. De Bartolo.

Virtus Massafra: Chiefa, Bruno Franchino, Solito C., Gravina, Labellarte, Zecchino, Sergio (Maraglino), Marchionna, Agrusti (Iammarino), Tocci (Caporosso). A disp. Oliva, Monaco, Sulejmani. All. Martuncelli.

Marcatori: Cardone, Russo

Ammoniti: Zappatore (R), Bruno (M), Gravina (M)

Arbitro Mattia Cosimo Saracino della sezione di brindisi

Mister De Bartolo a fine partita: “Nel primo tempo non siamo andati bene, non siamo stati bravi, distanze tra i reparti non rispettate con i giocatori che si muovevano troppo spesso senza criterio. Nel secondo tempo le cose sono andate indubbiamente meglio. Siamo stati più ordinati, e il piglio è stato diverso. Ho effettuato dei cambi che si sono rivelati determinanti, la vittoria è venuta da loro. Questi tre punti sono importantissimi, ai fini della classifica, per il prosieguo del campionato ma soprattutto per il morale dei ragazzi, una vittoria ottenuta nonostante le molteplici assenze che gratifica. Sono soddisfatto del risultato ma soprattutto della prestazione che i miei hanno sfoderato nella ripresa:”